Home CineModapp An Education: la moda sofisticata della Londra negli anni ’60

An Education: la moda sofisticata della Londra negli anni ’60

5 min lettura
Commenti disabilitati su An Education: la moda sofisticata della Londra negli anni ’60
0
41

An Education è un film del 2009, basato sulle memorie autobiografiche di una giornalista inglese. 

Ha ottenuto tre candidature agli Oscar nel 2010, ricevendo un premio BAFTA come miglio attrice protagonista per Carey Mulligan. La storia è ambienta nella periferia londinese dei primi anni ’60. La protagonista è Jenny Mellor (Carey Milligan), una studentessa diciassettenne molto diligente che sogna di vivere a Parigi. Un giorno, incontra l’affascinante David Goldman (Peter Sarsgaard), un trentenne che la introduce nella Londra fatta di serate, feste e night club. Questo la porta a trascurare gli studi, ma nonostante la differenza d’età, i genitori di lei approvano la relazione. David porta finalmente Jenny a Parigi, facendole vivere un sogno fatto di concerti jazz e serate mondane. Si pensa di essere arrivati all’epilogo della felicità quando David chiede a Jenny di sposarlo, ma, poco dopo, una scottante verità uscirà allo scoperto facendo fuggire l’uomo, che non vuole affrontare le sue colpe e la realtà dei fatti.

Jenny, sconvolta, si rende conto di aver quasi buttato all’aria il suo percorso di studi e messo a rischio il suo inserimento all’Università di Oxford. Disillusa e amareggiata, la protagonista riesce tuttavia e riprendere in mano la sua vita. An Education ha riscosso un buon successo ed è stato acclamato dalla critica. La morale che vuole comunicare riguarda il passaggio dall’adolescenza all’età adulta. Jenny ha voluto velocizzare i tempi ed è rimasta “scottata”.

AN EDUCATION: IL LOOK DI JENNY

Jenny rispecchia il bon ton degli anni ’60, anche se prende molta ispirazione dal look sofisticato di Audrey Hepburn. Piccoli gioielli, trench e camicette di seta sono un must, soprattutto quando si toglie la sua uniforme. E’ interessante proprio questo passaggio, da un’uniforme scolastica grigia e “castigata”, a un look acceso e vivace. Questa è un’analogia che si rifà, appunto, al diventare una donna. E’ molto femminile, indossa abiti dalla linea ad A, stampe floreali, tartan e cappellini in perfetto stile dell’epoca ma facilissimo da replicare anche oggi.

Il buon gusto, raffinato e mai volgare nelle scollature o nelle lunghezze è il tratto distintivo del look di Jenny. Oggi possiamo ispirarci al suo look per le nostre prossime serate estive. Pantaloni a palazzo con fantasia floreale, bluse morbide tinta unita, abiti a tubino in colori sgargianti e sandali stile Mary Jane. I capi del nostro guardaroba devono essere un passe-partout per giocare con un mix and match di stili e colori. Prestiamo anche attenzione agli accessori: divertiamoci ad abbinare borse di varie misure e occhiali da sole ai vari outfit. Facciamo emergere la nostra personalità, restando sempre eleganti e adatte ad ogni occasione.

Come ci insegna il personaggio di Jenny, non affrettiamo troppo i tempi e godiamoci ora la nostra età. Qualsiasi essa sia!

Al prossimo appuntamento con la rubrica CineModApp. 

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Marta Zamparutti
Altri articoli in CineModapp
Commenti chiusi.

Leggi anche

The Dressmaker: per sapersi vendicare serve stoffa

The Dressmaker – ll Diavolo è tornato è un film del 2015 diretto da Jocelyn Moorhous…