Home Accessori di tendenza Gambe in spalla, arriva la minigonna!

Gambe in spalla, arriva la minigonna!

4 min lettura
Commenti disabilitati su Gambe in spalla, arriva la minigonna!
1
146

La storia e l’evoluzione della minigonna

Tra gli abiti che hanno fatto storia sicuramente la minigonna è quella che segnò un cambiamento radicale nel modo di vestire delle donne.

Nel 1965 una giovane, Mary Quant, propose nella sua boutique in King’s Road, Bazaar, i primi modelli di miniabiti e gonne corte in diversi disegni e dai colori vivaci.
Il risultato fu sicuramente stupefacente e rivoluzionario. Fu accolto da tutte le ragazze londinesi come qualcosa di giovane che rendeva la donna sensuale ed emancipata e consacrò Londra tra le capitali della moda.
Il successo della minigonna fu eclatante a tal punto che perfino la regina alla fine del decennio accorciò l’orlo  dei suoi regali abiti.
A rendere la minigonna di tendenza fu la modella Twiggy, che incarnava in quel momento il prototipo della nuova generazione, magrissima ( twiggy da ramoscello ) grazie ai suoi occhioni grandi e alle ciglia finte aveva un ‘aria giocosa ed infantile ed è diventata una delle prime modelle note al grande pubblico.
Yves Saint Laurent in passerella propose gonne in lana e Jersey dal modello corto e svasato, ma comunque tutti gli stilisti nelle loro collezioni inserirono la minigonna come il capo must have.

La minigonna in tutti questi anni non ha mai ceduto il passo ed anche oggi fa parlare di se calcando le passerelle delle collezioni estive ed invernali


Per la collezione primavera-estate 2018  i modelli sono tantissimi, in pelle, con applicazioni.

Per le più estrose, nera  in tulle. Ma il vero trend è la minigonna cortissima a vita alta decorata da disegni e stampe e coloratissima.
Per chi invece non vuole rinunciare ad essere chic anche con pochi centimetri di stoffa, Chanel la propone in denim e tweed con ricami.
In tutti i casi prima di indossare una minigonna dobbiamo essere molto consapevoli della nostra fisicità e della nostra età! Un buon compromesso anche se non può reggere il confronto è la gonna a portafoglio, che
oltre ad essere pratica sta bene a tutte. Può essere elegante portata con una camicetta in ufficio e con un filo di perle o sbarazzina con un top e sandalo infradito e l’immancabile it-bag.

A voi la scelta, minigonna o no possiamo tutte essere glamour!

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Tiziana Giucastro
Altri articoli in Accessori di tendenza
Commenti chiusi.

Leggi anche

Questione di fantasia: l’animalier

“Perché deve essere tutto nero, nero, nero?La moda deve far divertire e mettere la d…