Home Bellezza La nuova linea Shiseido e la neuroscienza

La nuova linea Shiseido e la neuroscienza

3 min lettura
Commenti disabilitati su La nuova linea Shiseido e la neuroscienza
0
26

Si chiama neuroscienza e studia il sistema nervoso, il più sofisticato organo di comunicazione del corpo

Un campo di ricerca tutt’altro che recente, visto che le prime congetture risalgono ai primi dell”800. Del tutto nuova, invece, la sua applicazione in cosmesi.

Ci ha pensato Shiseido con la linea viso Essential Energy

Scopo della gamma è mantenere la connessione tra pelle e sistema nervoso, per preservare l’integrità della barriera cutanea. Sembra complicato ma non lo è poi tanto.

Basta pensare alla cute come ad un touch screen estremamente sensibile, un leggero tocco è sufficiente a scatenare un flusso di messaggi che raggiungono il cervello attraverso le fibre nervose.

Messaggi in grado di attivare diversi processi come la vasodilatazione, la rigenerazione cellulare, il rafforzamento delle barriere o l’intervento del sistema immunitario. Un lavoro estenuante che, da solo, consuma il 20% dell’energia utilizzata dall’organismo quotidianamente. Invecchiamento e stress, però, rendono i recettori sensoriali meno reattivi e le fibre nervose sempre più lente nella trasmissione del messaggio. Con il risultato che la cute perde sensibilità, reagisce più lentamente e diventa assai vulnerabile. Essential Energy lavora finchè questo non accade.

Tre creme si avvalgono della tecnologia ReNeura

Si tratta di una nuova tecnologia, realizzata con estratto di Ashitaba, pianta giapponese tanto vitale da rigenerare le sue foglie in una sola notte. I suoi plus: infonde energia alle cellule cutanee, preservandone la vitalità.

Nella formula è presente anche Active Response Powder: microsfere invisibili ad occhio nudo che, a contatto con la pelle, si muovono in modo da stimolarne i recettori sensoriali.

Di che texture sei?

Pensata per donne fino ai 35 anni circa, la linea Essential Energy si compone di tre creme per il giorno dalla consistenza diversa. Chi lamenta secchezza opterà per Day Cream Spf20, chi ha cute da mista e secca sceglierà Moisturizing Gel Cream, mentre Moisturizing Cream è dedicata alle pelli più normali. Ad accomunarle tutte la fragranza a base di arancia dolce, dal potere antiossidante ed energizzante.

 

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Bellezza
Commenti chiusi.

Leggi anche

Tumore al seno: controlli regolari, esami fai da te e buone abitudini possono salvarti la vita!

La prevenzione è lo strumento più potente che abbiamo contro questa malattia In Italia ogn…