Home Siamo donne! Madre nonostante tutto

Madre nonostante tutto

13 min lettura
0
1
18

L’arrivo di un bebè, evento di per sé meraviglioso, a volte può creare non poche difficoltà che però si possono superare chiedendo aiuto

La nascita di un bambino dovrebbe essere una gioia, si pensa sempre che con l’amore si possa superare ogni difficoltà. Spesso è così, ma ci sono anche circostanze in cui per una donna è davvero difficile ed accogliere una nuova vita.

Le ragioni possono essere molteplici e dietro ognuna si nasconde un mondo. Povertà, violenza, fragilità emotiva, età troppo giovane, una gravidanza indesiderata: sono tante le cause che finiscono per rendere problematico, se non traumatico, un evento di per sé meraviglioso. Per questo le donne che si trovano in questa situazione, perlopiù molto giovani, anche se si tratta di un fenomeno trasversale, devono essere sostenute ed aiutate. Dalle istituzioni, innanzitutto, anche se le leggi a tutela della maternità, che pure esistono, non sempre e dappertutto sono applicate con puntualità.

Le donne e le associazioni

Per fortuna, ad appoggiare le donne ci sono associazioni di persone capaci e generose che si fanno carico di indirizzarle verso la soluzione migliore, lasciandole libere di decidere senza condizionarle, ma spendendosi affinchè la loro volontà possa essere applicata nel migliore dei modi.

Anche se, in dieci anni, i neonati non riconosciuti alla nascita dalla madre sono diminuiti. Il numero si è ridotto di oltre il 30%, passando dai 410 casi del 2004 al 278 del 2014, secondo i dati dell’Istat.

E la maternità responsabile, favorita anche dall’aiuto del volontariato è aumentata. C’è ancora molta strada da fare, soprattutto per divulgare gli aiuti che una madre in difficoltà può avere.

Leggi preziose: il Bonus Bebè, l’Assegno Comunale e l’Assegno Statale

Per le madri che si trovano in una condizione svantaggiata da un punto di vista economico ci sono agevolazioni che possono essere richieste presentando una domanda presso le istituzioni di riferimento.

Le mamme single, monoreddito o disoccupate possono richiedere facilitazioni o assegni di sussidio ed accedere ad agevolazioni per l’inserimento del piccolo all’asilo nido.

Un significativo aiuto è costituito dall’Assegno di natalità 2018, meglio noto come Bonus Bebè, un assegno di sostegno alle mamme ma anche alle famiglie, con bambini appena nati o molto piccoli, erogato dall’Inps.

Il Bonus Bebè spetta a coloro che sono nati a partire dal 1 Gennaio 2015 e fino al 31 Dicembre 2018. Non è retroattivo ed è stato confermato soltanto per il 2018. E’ corrisposto fino al compimento del primo anno di età e la sua entità varia a seconda dell’Isee.

Il Bonus Bebè può essere richiesto dalle neomamme, ma anche da quelle mamme adottive o affidatarie, che siano cittadine italiane, cittadine di uno Stato membro UE, cittadine extracomunitarie munite di regolare permesso o carta di soggiorno.

Le mamme single, monoreddito e disoccupate possono richiedere anche l’Assegno Comunale e l’Assegno Statale.

Il primo, a carico del Comune di residenza è erogato dall’Inps e destinato alle donne che non hanno diritto a nessuna copertura previdenziale e che non ricevono già un sussidio Inps. Si tratta di un assegno destinato a ragazze disoccupate, che non hanno mai lavorato, magari studentesse o che hanno lavorato per poco tempo. Questo assegno va richiesto entro 6 mesi dalla nascita del bimbo, presentando la documentazione richiesta tramite un patronato.

L’Assegno Statale, a carico questa volta dello Stato è sempre erogato dall’Inps, è assegnato alle neomamme lavoratrici o disoccupate che però, al momento della nascita del bambino, abbiano versato almeno 3 mesi di contribuzione per maternità nel periodo compreso tra i 18 ed i 9 mesi precedenti il parto e, naturalmente, come anche per l’Assegno Comunale, che siano in possesso dei requisiti richiesti.

La domanda si presenta con un modulo Inps da trasmettere online. Se si hanno difficoltà con Rete e computer, ci si può rivolgere gratuitamente ad un Caf.

 

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Siamo donne!

Lascia un commento

Leggi anche

Amica rosa: la regina dei fiori è davvero preziosa

Dal detergente per il viso al profumo, dallo scrub alla crema corpo. Sono tanti i cosmetic…