Home CineModapp Alabama Monroe: una storia d’amore nel mondo country

Alabama Monroe: una storia d’amore nel mondo country

4 min lettura
Commenti disabilitati su Alabama Monroe: una storia d’amore nel mondo country
3
70

Alabama Monroe è un film drammatico/romantico del 2012, uscito in Italia nel 2014.

E’ stato candidato agli Oscar come “Miglior film in lingua straniera“. Ha ricevuto anche cinque candidature agli European Movie Award, ricevendone uno, oltre al Premio César, il Satellite Award e il Tribeca Film Festival Award come migliore attrice alla protagonista e come miglior film straniero (fiammingo).

Alabama Monroe racconta l’amore sbocciato a prima vista tra Didier (Johan Heldenbergh) ed Elise (Veerle Baetens) in una cittadina belga. Lei lavora in uno studio di tatuaggi e ne ha molti, ognuno che valga la pena “essere messo sul suo corpo”. Lui è un appassionato di musica bluegrass, country nella sua forma più pura, che rivela il suo amore per l’America, vista come una terra dalle mille opportunità. Didier suona il banjo in una band bluegrass e questa passione in comune per il genere musicale avvicina i due amanti, che si esibiranno insieme in molti concerti.

Lui vive in una roulotte nelle campagne del Belgio, dove presto lei lo raggiunge. Poco dopo arriva la piccola Maybelle a completare l’idillio di felicità. Didier inizialmente rifiuta l’idea di diventare padre, ma ben presto costruisce una bella casa di fronte alla roulotte, per la sua nuova famiglia.

Dopo sei anni la piccola si ammala e purtroppo non sopravvive. Questo devasta i genitori, in particolare Elise, in maniera permanente e tragica. Nonostante la musica country continui a tenerli legati, questo fardello è insormontabile e danneggia la coppia. Elise è più sognatrice mentre Didier più pratico, rivelando i diversi punti di vista e approcci nel superamento di questa situazione. Commovente e straordinario nella sua semplicità, Alabama Monroe riversa passione e dolore nelle performance musicale eseguite dai protagonisti.

LO STILE COUNTRY DI ALABAMA MONROE

I protagonisti, come anche i vari personaggi presenti nel film, vestono tutti uno stile country. Cappelli, stivali e gilet sono una costante. Elise è una pin up: sfoggia abiti anni ’50 con scollo all’americana, gonne ampie e fasce nei capelli. L’abbigliamento, seppur semplice, riflette la condizione sia economica che culturale dei protagonisti. Il focus è sulla musica e i sentimenti che emozionano e danno forza.

Nonostante nasca come racconto di una storia d’amore, lascia spazio a una riflessione sul rapporto con la morte e il dolore. Il realismo con cui viene raccontato mette a confronto soprattutto le due reazioni contrapposte dei genitori davanti al lutto per la figlia, il tutto accompagnato da una dolce colonna sonora bluegrass.

Al prossimo appuntamento con la rubrica CineModApp!

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Marta Zamparutti
Altri articoli in CineModapp
Commenti chiusi.

Leggi anche

The Dressmaker: per sapersi vendicare serve stoffa

The Dressmaker – ll Diavolo è tornato è un film del 2015 diretto da Jocelyn Moorhous…