Home Salute e Benessere Convivere con la psoriasi

Convivere con la psoriasi

4 min lettura
0
1
24

La psoriasi è causata da un difetto del sistema immunitario, non solo solo un problema cutaneo

Placche e chiazze rossastre sulla pelle ispessita, che di solito si squamano: sono segni inequivocabili della psoriasi. Inoltre prudono, sono sensibili allo sfregamento e possono provocare dolore. Si tratta di una malattia infiammatoria cronica della pelle che si manifesta a qualunque età. E’ di origine autoimmune, dipende cioè da un difetto del sistema immunitario che reagisce in modo abnorme al contatto con antigeni e sostanze varie.

La conseguenza è un’iperproduzione di cellule cutanee, a seguito della quale la pelle s’ispessisce e sviluppa macchie e placche. Spesso si manifesta in gruppi familiari, sebbene si riconoscano nelle persone predisposte fattori scatenanti come stress psicofisici, uso di farmaci tra i quali antinfiammatori, infezioni delle vie urinarie e, specie nei bambini, delle alte vie aeree da streptococco.

Tipologie di psoriasi

In circa l’80% dei pazienti è presente la forma “volgare o in placche”. Mentre meno frequenti sono i casi di psoriasi “guttata o eruttiva”, con lesioni come tante piccole gocce sparse sulla pelle e più tipica dei bambini.

Ci sono poi quella “palmo-plantare” con localizzazione prevalente su palmo delle mani e pianta dei piedi, in alcuni casi con pustole. E forme molto gravi e rare come quella “eritrodermica”, con lesioni su quasi tutta la cute. Può esordire in forma lieve e mantenersi tale, o iniziare in forma moderata-grave ed avere periodi di remissione.

Sebbene non sia contagiosa, può portare ad isolamento sociale ed emarginazione. E, comunque, certe forme localizzate in zone visibili hanno un grande impatto sulla qualità di vita.

Le malattie associate

Il problema non è solo cutaneo. Ci possono essere anche malattie associate di cui spesso la psoriasi è un campanello d’allarme. Una di queste è l’artrite psoriasica, malattia infiammatoria che colpisce le articolazioni con un decorso simile a quello dell’artrite reumatoide. Infatti le sostanze infiammatorie prodotte da linfociti, “impazziti” nella psoriasi, sono le stesse all’origine di molte malattie infiammatorie.

Nelle cure si tiene conto anche dell’impatto della malattia sulla vita del paziente. Per le forme lievi ci sono terapie locali con creme ed unguenti a base di sostanze cheratolitiche ed emollienti, corticosteroidi e derivati della vitamina D3. Per quelle più estese, si può utilizzare la fototerapia con raggi Uvb a banda stretta. Mentre nei casi che peggiorano molto la qualità di vita si ricorre a terapie per via generale con acitretina, ciclosporina e methotrexate o con farmaci biotecnologici che agiscono modulando l’iperattività del sistema immunitario.

 

Carica altri articoli correlati
Altri articoli da Rossana Nardacci
Altri articoli in Salute e Benessere

Lascia un commento

Leggi anche

Turbante: must have dell’estate 2018

Stanche dei soliti cappelli? E’ il momento giusto per cambiare registro e provare ad…